MAPPA DEL SITO    Scrivi al webmaster   Aggiungi questo sito a Preferiti  

 Kiwanis International  

  Distretto Italia-San Marino

      Anno Sociale 2009/10 Governatore Valeria Gringeri                                   ... il loro futuro ha bisogno di noi

Sede Distretto Italia San Marino   Via Tirone 11, 00146 Roma     Tel. +39 06 45213397  Fax +39 06 45213301  kiwanisitalia@kiwanis.it 

 HOME
NUOVI INSERIMENTI CASELLE DI POSTA APPUNTAMENTI CONTATTI

DIRECTORY ON LINE

KIWANIS KIWANIS
DISTRETTO DISTRETTO
SERVICE SERVICE
PIANETA BAMBINIPIANETA BAMBINI
ATTIVITÀ ATTIVITÀ
RASSEGNA FOTO RASSEGNA FOTO
EVENTI EVENTI
COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI
INFORMAZIONE INFORMAZIONE
RASSEGNA STAMPA RASSEGNA STAMPA
KIWANIS JUNIOR KIWANIS JUNIOR
LINK LINK
ARCHIVIO SITI ARCHIVIO SITI
 
IL SERVICE INTERNAZIONALE

24 giugno 2010
Clicca per vedere il filmato >>>

 

Tea Leoni, l'ambasciatrice UNICEF e attrice,
che ha annunciato a Las Vegas il nuovo service ELIMINATE
insieme a Valeria Gringeri,
Governatore del Distretto Italia San Marino


 


Con il Progetto ELIMINATE, il Kiwanis International e l’UNICEF uniscono le loro forze allo scopo di eliminare il tetano della madre e del neonato (TMN). Ogni anno, questa malattia mortale strappa alla vita 60,000 neonati innocenti e 30,000 madri. Gli effetti della malattia sono strazianti — i minuscoli neonati soffrono di convulsioni continue e dolorose e di un’estrema sensibilità alla luce e al contatto.

Per eliminare il TMN dal mondo entro il 2015 è necessario immunizzare 129 milioni di madri e i loro futuri figli. Questo richiede vaccini, siringhe, depositi sicuri, trasporti, migliaia di addetti specializzati, e altro ancora. Ci vorrano 110 milioni di dollari USA — e l’opera di dedizione dell’UNICEF e di ciascun socio della famiglia Kiwaniana.

Il Kiwanis e l’UNICEF hanno già unito le loro forze per affrontare il problema delle malattie legate alla carenza di iodio, ed hanno ottenuto uno dei successi più significativi del 20° secolo per quanto riguarda la salute pubblica. Ora le due organizzazioni vogliono eliminare il TMN dalla faccia della Terra. Questo progetto sarà rivolto alle madri e ai neonati più poveri e dimenticati, insieme ad altre cure sanitarie salvavita. La fine di questa sola malattia significa l’inizio di una salute migliore per tantissime famiglie.

IL TMN

Cos’è il TMN?
In 40 paesi del mondo, il tetano della madre e del neonato (TMN) può trasformare di colpo la gioia della nascita di un bambino in tragedia. Il TMN uccide un neonato ogni nove minuti. Gli effetti di questa malattia sono laceranti — i minuscoli neonati soffrono di convulsioni continue e dolorose e di un’estrema sensibilità alla luce e al contatto. La speranza di sopravvivenza è minima, e il tetano uccide anche le madri.

Chi sono le vittime del TMN?
Il TMN è provocato dalle spore del tetano, che si trovano ovunque nel terreno, e che entrano in contatto con le lacerazioni del parto. La malattia colpisce i più poveri fra i poveri: le popolazioni che abitano in zone geograficamente difficili da raggiungere e quelle che non godono di alcun sistema di sanità pubblica.

E’ possibile debellare il TMN?
Sì! E’ molto semplice prevenire il TMN. Bastano 3 dosi da 60-centesimi per immunizzare e proteggere le madri, le quali poi trasmettono l’immunità ai loro futuri neonati. Insieme, il Kiwanis e l’UNICEF possono debellare questa malattia.

Come mai il TMN non è stato ancora eliminato?
L’UNICEF ha già aiutato con successo ad eliminare il TMN in molti paesi. Ma in 40 paesi dell’Africa, dell’Asia, dell’Europa e dell’America del Nord, la malattia colpisce ancora le madri e i neonati che non hanno accesso ad un sistema sanitario — sia perché sono poveri, o perché vivono in zone remote, oppure perché sono colpite da situazioni di emergenza umanitaria. Sono perciò necessari ulteriori fondi e risorse per arrivare a tutte le madri e a tutti i neonati a rischio.

Cosa ci vuole per eleminare il TMN dal mondo entro il 2015?
Cento29 milioni di madri e i loro futuri neonati devono essere immunizzati. Per fare questo sono necessari vaccini, siringhe, depositi sicuri, trasporto, migliaia di addetti specializzati, ed altro ancora. Ci vorrano 110 milioni di dollari USA — e l’impegno sollecito dell’UNICEF e di ogni socio della famiglia Kiwaniana.

Perché  ci occupiamo di questo problema?
E’ inaccettabile che neonati innocenti e le loro madri debbano soffrire e morire di TMN quando è facile fare prevenzione. Ed è anche una splendida opportunità di arrivare alle madri e ai neonati più poveri e dimenticati con cure sanitarie salvavita. La creazione di sistemi di distribuzione dei vaccini contro il TMN aprirà la strada alla possibilità di fornire altri servizi di cui queste famiglie marginalizzate hanno disperatamente bisogno.

Cosa significa lavorare insieme per ELIMINATE?
Lavorando fianco a fianco, il Kiwanis e l’UNICEF elimineranno il TMN, e cambieranno il mondo. L’impegno del Kiwanis, la sua visione e la sua forza nel raggiungere le comunità e i leader sarà di aiuto nello spazzar via questa crudele malattia, vecchia di secoli, e ad aprire la strada per altri interventi. L’UNICEF ha le persone che lavorano negli angoli più isolati del globo e una formidabile catena per i rifornimenti.

Fare la propria parte

Fare la propria parte

E SE TU POTESSI SALVARE LA VITA DI UN NEONATO?

Esistono pochi momenti più gioiosi dell’arrivo di un neonato. Ma in 40 paesi del mondo, una paurosa malattia trasforma rapidamente questa gioia in tragedia.

Il tetano della madre e del neonato (TMN) uccide un neonato ogni nove minuti — e cioè, 60.000 neonati ogni anno, che non arriveranno mai a crescere, a far ridere le loro mamme, a giocare con gli amici o a sognare un loro futuro. Gli effetti della malattia sono strazianti — minuscoli neonati che soffrono di convulsioni continue e dolorose e di un’estrema sensibilità alla luce e al contatto. Inoltre, ogni anno muoiono fino a 30.000 madri di MNT.

Prepariamoci
Facciamo crescere il nostro club. Un club forte sarà meglio preparato ad affrontare le sfide di questa campagna. Maggiore è il numero dei Kiwaniani uniti nella causa, maggiore sarà la nostra capacità di eliminare questa malattia devastante. 

Non sei ancora un socio del Kiwanis? Incomincia a partecipare al tuo local club, oppure puoi creare un nuovo club nella tua comunità per eliminare il TMN.

Informiamoci
Informarsi sul TMN,  per condividere le informazioni con il club, la comunità, in famiglia e a scuola.

Sosteniamo
Facciamo sapere al mondo che le madri e i neonati più poveri, più vulnerabili hanno bisogno del nostro aiuto. Convinciamo altre persone ad impegnarsi. Aggiungiamo un link sul sito del nostro club per accedere a: TheEliminateProject.org.

Investiamo
Cerchiamo di essere fra I primi ad investire in questa campagna globale per i bambini. Offriamo un primo dono oggi stesso.

Eliminate.
Nei prossimi cinque anni, il lavoro che facciamo per eliminare il TMN cambierà il mondo. Insieme, il Kiwanis e l’UNICEF elimineranno il TMN e daranno alle famiglie più povere l’opportunità di avere una vita sana, come meritano.

 

 

*******************

23 giugno 2010

 

Il Board del Kiwanis International
ha selezionato tre progetti di Service Mondiale
 

Malaria: Malaria No More
Maternal and neonatal tetanus: UNICEF
Neglected tropical diseases: The Global Network for Neglected Tropical Diseases
 

 


Il prossimo Progetto di Service Mondiale sarà annunciato giovedì 24 giugno durante la 95a Convention Annuale del Kiwanis International a Las Vegas.

http://sites.kiwanis.org/Kiwanis/en/worldwide-service-project/wsp-home.aspx

Potrete guardare in diretta su Internet le celebrazioni di apertura, giovedì pomeriggio sul sito www.kiwanis.org/wsp. L’ora esatta verrà comunicata dopo il primo giugno.

Un Progetto di Service Mondiale è un programma mirato che impegna tutti i soci giovani e adulti della famiglia Kiwaniana a fare una differenza positiva nel mondo aiutando i bambini bisognosi.

Il Kiwanis ha completato con successo il primo Progetto di Service Mondiale, eliminando virtualmente le malattie correlate alla carenza di Iodio (IDD: Iodine Deficiency Disorders). Dal 1994 al 2006, il Kiwanis ha raccolto una somma di oltre 100 milioni di Dollari USA, che oggi è impiegata in più di 89 nazioni. Le conseguenze dell’IDD erano distruttive. Una dieta carente di iodio può provocare gravi ritardi mentali e privare i bambini delle loro potenzialità future. Tuttavia, è possibile prevenire l’IDD con un’arma molto semplice: il sale iodato. Si stima che il numero di famiglie che consumano sale iodato è salito dal 20 percento nel 1990 ad oltre il 70 percento: un impegno salutato come l’iniziativa sanitaria che ha riscosso maggior successo nel mondo.

A gennaio 2010, Il Kiwanis International ha esaminato circa 200 proposte per un Progetto di Service Mondiale, ed ha ridotto l’elenco a tre progetti finalisti. Questi tre progetti saranno esaminati ulteriormente dal Consiglio direttivo del Kiwanis, e il prossimo Progetto di Service Mondiale sarà annunciato in giugno 2010, alla convention annuale del Kiwanis International, a Las Vegas, Nevada.

 

 

 

LETTERA DEL PRESIDENTE INTERNAZIONALE  PAUL PALAZZOLO


 

 

Caro leader del Kiwanis:

Come sai, Il Kiwanis International ha diffuso a livello mondiale una richiesta di proposte per sollecitare nuove idee per il prossimo Progetto di Service Mondiale (Worldwide Service Project= WSP). La scadenza per presentare tali proposte era l’1 Ottobre, 2009, e sono lieto di annunciarti che ne abbiamo ricevute più di 200 e da tutte le parti del mondo. Ora, un comitato speciale ha il difficile compito di esaminare queste proposte, selezionare le finaliste e proporle al direttivo del Kiwanis International.

Il comitato speciale, nominato dal comitato esecutivo del Direttivo Internazionale, rappresenta tutta la Famiglia Kiwanis globale ed è costituito da:

  • Randy DeLay. Distretto Texas-Oklahoma. Presidente del Comitato del Direttivo del Kiwanis International per il programma One Voice
  • Arón Benzadón Cohen. Distretto Andino e dell’America Centrale. Past Governatore
  • Lee Kuan Yong. Distretto della Malesia. Past Governatore
  • Bo Shafer. Distretto Kentucky-Tennessee. Past Presidente del Kiwanis International
  • Günter Gasser. Distretto Austria. Past Trustee del Kiwanis International
  • Marie-Jeanne Boutroy. Distretto Francia-Monaco. Past Governatore
  • Christopher Zock. Distretto Illinois- Iowa Est. Past Presidente del Circle K International
  • Jack Harten. Distretto di New York. Presidente-Eletto della Fondazione del Kiwanis International (KIF)
  • Roy Bird. Distretto Canada Occidentale. Past Trustee del Kiwanis International
  • Lauren Kapsky. Past Presidente del Key Club International
  • David Green. Distretto Missouri-Arkansas. Segretario
  • Vanessa McClary. Distretto Indiana. Amministratore del Builders Club e di K-Kids

Il sostegno da parte dello Staff sarà fornito da Stan Soderstrom, Direttore Esecutivo (CEO) ad interim; Linda Brimmer, Direttore Esecutivo del KIF; e Carolyn Mosby-Williams, Direttore Marketing.
 
Il Comitato sta lavorando assiduamente per rispettare le scadenze, e nel corso del processo di selezione potrebbe decidere di intervistare i finalisti, dando l’opportunità ai nostri soci di tutto il mondo prescelti come finalisti, di commentare sui progetti. Presto comunicheremo altre informazioni sulle modalità che i soci potranno utilizzare per i loro commenti.

L’annuncio della selezione finale è previsto per il mese di Giugno 2010, in occasione della Cerimonia di Apertura (Opening Session) della 95ma Convention Annuale del Kiwanis International a Las Vegas, Nevada.

Come probabilmente saprai, il primo Progetto di Service Mondiale del Kiwanis International ha virtualmente eliminato da tutto il mondo le malattie legate alla carenza di Iodio (Iodine Deficiency Disorders o IDD). L’intera famiglia Kiwanis, si è impegnata, insieme al Fondo delle Nazioni Unite per i Bambini (UNICEF) e al Fondo U.S. per l’UNICEF, e sono stati raccolti circa 100 milioni di dollari USA per finanziare questo sforzo monumentale.

In base al rapporto dell’UNICEF, il risultato di quel progetto della famiglia Kiwanis è che ogni anno nascono 90 milioni di neonati liberi dalla minaccia del ritardo mentale e da altri disordini causati dalla carenza di iodio.

Ti prego di comunicare queste informazioni ai tuoi soci e di restare in attesa di altre notizie. Se avete domande, vi prego di telefonare alla squadra per i Servizi ai Soci al numero: 800-KIWANIS, in. 411 (Stati Uniti e Canada); (317) 875-8755, int. 411 (nel resto del mondo), oppure inviateci una e-mail al: memberservices@kiwanis.org.

Tuo nel service Kiwanis,
 
Paul G. Palazzolo
International President

 

 

Il progetto "Iodine Deficiency Disorders" (IDD)

Il Kiwanis fornisce gli strumenti per aiutare le persone a migliorare il proprio livello di vita, attraverso numerosi progetti con obiettivi chiari.

Per esempio, il Kiwanis, in collaborazione con L'UNICEF, si è impegnato a raccogliere 75 milioni di dollari a livello mondiale per sradicare le malattie dovute a carenza di iodio nel mondo. Numerose malattie ed afflizioni sono dovute a carenza iodica. Una delle tristi conseguenze di questa carenza è la riduzione della capacità di apprendere dei bambini ed è questo problema in particolare che ha attirato l'attenzione del Kiwanis.

Ottantacinque milioni di bambini si aspettano un futuro migliore

L'UNICEF ha dichiarato che 85 milioni di bambini nasceranno al riparo dalle malattie dovute a carenza di iodio (IDD). IDD è la causa di ritardi mentali che può essere più facilmente curata. Popolazioni intere sono affette da ritardo mentale e fisico quando soffrono di carenza di iodio. I soci del Kiwanis nel mondo hanno permesso a Kiwanis International di finanziare programmi destinati ad aggiungere iodio al sale in più di 80 paesi e regioni del mondo. Questi contributi hanno aiuto L'UNICEF ed altre organizzazioni a realizzare questo miracolo sanitario mondiale. Milioni di bambini e di famiglie non devono più temere le conseguenze della carenza di iodio nella loro dieta alimentare grazie all'aiuto offerto dagli uomini, dalle donne e dai giovani della famiglia kiwaniana.

Grazie allo sforzo mondiale per porre fine alle malattie dovute a carenza di iodio, il 70% della popolazione mondiale fa ora uso di sale iodato che costituisce il mezzo più pratico per integrare iodio all'alimentazione. Dato che c'è ancora molto da fare, i Kiwaniani continuano a raccogliere fondi che permetteranno di aiutare a sradicare la minaccia dell'IDD nel 30% del mondo ancora non protetto.
Il mondo è migliorato perché i volontari kiwaniani hanno fatto un investimento sul futuro dei bambini e, attraverso i bambini, hanno assicurato un futuro migliore al mondo che tutti condividiamo.

Kiwanis aiuta i bambini nel mondo, eliminando le malattie dovute a carenza di iodio (l'IDD)


La carenza di iodio è la principale causa evitabile dei ritardi mentali e delle lesioni cerebrali nel mondo. Quando il tasso di gozzo è del 10% in età scolare, la conseguenza è una diminuzione delle facoltà conoscitive del 10% dell'intera popolazione. Il sale iodato fornisce agli individui una protezione sicura, accessibile e accettabile contro il ritardo mentale. La carenza di iodio è proprio una minaccia per il potenziale intellettuale ed economico della nazione intera.
Nelle popolazioni toccate dalla carenza di iodio, le prestazioni scolastiche dei bambini diminuiscono del 10-15%.

“ Le malattie da carenza di iodio costituiscono la principale causa evitabile di lesioni cerebrali nel feto e nel poppante, ed un ritardo dello sviluppo psicomotorio dei bambini. Una volta eliminata l'IDD, potremo affermare di avere ottenuto una vittoria sanitaria di grandissima portata, come è stato il caso per il vaiolo e la poliomielite.”

Dr. Gro Harlem Brundtland, Direttore dell'OMS 1999 (Organizzazione Mondiale della Sanità)

Quali sono state le misure più efficaci prese per eliminare l'IDD? 

  • Il sale è consumato da tutti in quantità più o meno uguale ogni anno

  • L'aggiunta di iodio al sale non dà un gusto o un odore insoliti al sale

  • La tecnologia di aggiunta di iodio al sale è possibile a costo ridotto

  • L'aggiunta di iodio al sale non aumenta in modo significativo il prezzo del sale

  • La quantità di sale iodato può essere oggetto di un controllo ai diversi livelli della produzione, della vendita e del consumo della famiglia

L'aggiunta universale dello iodio al sale è stata approvata dall'UNICEF, dall'OMS e dall'ICCIDD quale Misura Sanitaria per sradicare l'IDD senza rischi ed a costo ridotto.

Stato attuale del consumo di sale iodato della famiglia:

Nel mondo: 130 paesi sono toccati dall'IDD ed il consumo della famiglia è del 68%.
In Europa: l'IDD riguarda 32 paesi ed il consumo di sale iodato riguarda il 27% delle famiglie.

Perché l'Europa è ancora indietro?

  • Mancanza di volontà politica: legislazione insufficiente e incapacità a farla applicare

  • Atteggiamento recalcitrante del consumatore: scarsa consapevolezza del problema a causa di un'informazione lacunosa sull'ampiezza del problema.

  • Sistemi inadeguati di controllo

  • Bisogno di sale iodato diverso secondo il paese

  • Incapacità a produrre sale iodato per gli animali

  • Problema dei approvvigionamento di iodato di potassio

 

*****

Ogni Club Kiwanis in qualunque paese sia, è libero di iniziare uno suo progetto a livello nazionale o internazionale. Ad esempio il progetto di fornire caschi ai bambini in bicicletta è già di successo in molti paesi. Gli Special Olympics danno la possibilità agli handicappati mentali di eccellere negli sport.

*****

Uno dei progetti più "visibili" è la Bambola del Kiwanis.

 

Questa bambola viene offerta agli ospedali per preparare i bambini ad una visita medica o ad un intervento chirurgico. La bambola serve a fare capire al bambino in modo semplice e chiaro la cura che sta per seguire. Si cerca in questo modo di fugare nel bambino la paura. La bambola diventa proprietà personale e amico intimo del bambino. Questo spiega in poche parole l'obiettivo del Kiwanis : offrire fiducia ed un futuro ai bambini. I bambini dovrebbero avere la possibilità di vivere e di apprendere nelle migliori condizioni qualunque sia la loro razza, la loro religione o il loro colore.
 

 

Cerca nel sito con Google

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE FONDATA NEL 1915 A SERVIZIO DELLA COMUNITÀ E DEI BAMBINI

Sito Web curato da Rosalba Fiduccia  webmaster@kiwanis.it