MAPPA DEL SITO    Scrivi al webmaster   Aggiungi questo sito a Preferiti  

 Kiwanis International  

  Distretto Italia-San Marino

      Anno Sociale 2009/10 Governatore Valeria Gringeri                                   ... il loro futuro ha bisogno di noi

Sede Distretto Italia San Marino   Via Tirone 11, 00146 Roma     Tel. +39 06 45213397  Fax +39 06 45213301  kiwanisitalia@kiwanis.it 

 HOME
NUOVI INSERIMENTI CASELLE DI POSTA APPUNTAMENTI CONTATTI

DIRECTORY ON LINE

KIWANIS KIWANIS
DISTRETTO DISTRETTO
SERVICE SERVICE
PIANETA BAMBINIPIANETA BAMBINI
ATTIVITÀ ATTIVITÀ
RASSEGNA FOTO RASSEGNA FOTO
EVENTI EVENTI
COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI
INFORMAZIONE INFORMAZIONE
RASSEGNA STAMPA RASSEGNA STAMPA
KIWANIS JUNIOR KIWANIS JUNIOR
LINK LINK
ARCHIVIO SITI ARCHIVIO SITI
 
XXXIII CONVENTION DISTRETTO ITALIA SAN MARINO

Verbania 16-18 settembre 2010

I RISULTATI >>>

 

Per gli accompagnatori

 

“Pomeriggi Culturali a cura del Kiwanis Club”

con il patrocinio del Comune di Baveno

 

17 e 18 settembre 2010 dalle ore 14.30 alle ore  18.30

 

In occasione della Convention nazionale del Kiwanis Club Distretto Italia-San Marino, nei pomeriggi di venerdi 17 e sabato 18 settembre presso la sala Consiliare del Comune di Baveno si terranno due giornate di presentazioni di artisti del nostro territorio con la possibilità da parte del pubblico di conoscere, di conversare con gli autori e di comprenderne i motivi ispiratori.

 

Parteciperanno alla manifestazione:

·       per il settore “Pittura e arti figurative”

        Bonfantini Giampiero

        Cortese Marisa

        Panetta Paolo

 

·       per il settore “Narratori e poeti”

        Colombo Fabio I° opera

        Lomazzi Gianni I° opera

        Maioli Tiziano alcune opere e molte collaborazioni

        Zullo Mirko II libro

 

L’ingresso libero a tutti i visitatori, non solo ai partecipanti alla kermesse Kiwaniana, vuole essere un modo di offrire ai cittadini di Baveno, del VCO e a tutti coloro che interverranno un momento di cultura locale alla riscoperta del territorio.

 

 

 

CONVOCAZIONE (Lettera del Segretario) >>>
CONVOCAZIONE (Lettera del Governatore) >>>

CONVOCAZIONE CDA >>>
Programma

Sede congressuale  Hotel Dino  – Baveno

 

giovedì 16 settembre

 

Pomeriggio

 

 

Ore 15.00

 

In giornata

 

 

Ore 20.00

 

Arrivo componenti del Consiglio direttivo

 

Consiglio direttivo

 

Arrivo Partecipanti - registrazione

 

Cena

 

 

Programma

 per accompagnatori

 

 

 

venerdì 17 settembre

 

Mattina/Primo pomeriggio

 

Ore 9.30

 

 

Ore 13.00

 

 

Ore 16.00

 

 

Ore 18.30

 

Ore 20.30

 

Arrivo Partecipanti - registrazione

 

 Eventuale prosecuzione Consiglio direttivo

 

Pranzo di lavoro -  Hotel Dino

 

 

Inaugurazione Convention

Cerimonia di apertura

 

Termine lavori

 

Cena dell’Amicizia - 
Hotel Dino

 

 

 

 

Gita per accompagnatori:

 

        - Orta S. Giulio

 

 

 

 

 

sabato 18 settembre

 

Ore 8.00

 

Ore 9.00

 

Ore 13.00

 

Ore 14.30

 

Ore 20.00

 

 

 

Registrazione dei Delegati

 

Inizio lavori

 

Pranzo di lavoro -  Hotel Dino

 

Ripresa lavori

 

Cena di Gala

Spettacolo di intrattenimento

 

 

 

Gita per accompagnatori :

- Varallo Sesia

 

 

 

 

 

 

 

 

domenica 19 settembre

 

 

mattina

 

Partenze dei Partecipanti

e

Consiglio Direttivo Incoming

 

 

 

 

MODULISTICA CONVENTION

 

Pacchetti Hotel Dino (Sede della Convention) >>>

Scheda prenotazione Hotel Dino >>>

Modulo prenotazione Hotel Dino >>>

 

Pacchetti Hotel Simplon >>>

Scheda prenotazione Hotel Simplon >>>

Modulo prenotazione Hotel Simplon >>>

 

Modulo delegati >>>

 

SCHEDA PRENOTAZIONE TRANSFER >>>

 

*****
CANDIDATURE

Hanno presentato la loro candidatura
 a Governatore Eletto per l'A. S. 2010/2011

(in ordine di presentazione)

Ninni Giusa (1° febbraio 2010)

Florio Marzocchini (3 febbraio 2010)

Salvatore Sciacca (5 marzo 2010) *

Roberto Garzulli (11-3-2010)

Marco Orefice (1°-6-2010)

* Il Governatore Valeria Gringeri informa che Salvatore Sciacca,

in data 7 settembre 2010, ha comunicato di ritirare la sua candidatura.

Lettera di Salvatore Sciacca >>>

 

Ninni Giusa

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

Dati personali:
Giusa Carmelo ( per gli amici Ninni) nato a Messina il 1° febbraio
1939 ed ivi residente nel Complesso “Airon Park” Bordonaro, di
professione imprenditore, coniugato con Cammaroto Maria Rita
insegnante in pensione.
Due figlie:
- Ketty, coniugata con Flavio Angileri, entrambi medici
neurochirurghi ricercatori presso il Policlinico Universitario di
Messina e genitori di due bimbi, Giacomo di 8 anni e Rita di 6 anni;
- Rosaria, coniugata con Giuseppe Denaro ed entrambi avvocati, liberi
professionisti, genitori di una bimba, Eleonora di 7 anni.


* * *

Curriculum Kiwaniano:
Socio fondatore del Kiwanis Club Taormina costituito nel maggio
del 1991.
Anno sociale 1991/1992 - Primo anno di vita del Club, mi viene
assegnato l’incarico di “Cerimoniere”, che ho svolto con entusiasmo,
operando attivamente per la crescita del Club e collaborando
all’organizzazione di importanti manifestazioni.
Particolarmente presente nelle attività della V^ Divisione (in quel
tempo ne facevano parte i Club delle province di Messina e Catania) e
impegnato sia nel Service che nella crescita del Club, svolgo e
partecipo a numerose iniziative ed attività Kiwaniane.
Alla Convention di Perugia si ratificava la nascita della IV Divisione
che avrebbe compreso i Club di Messina e Reggio Calabria.
Anche in questa nuova Divisione mi sono adoperato nel creare nuove
amicizie e consolidare quelle esistenti, secondo i miei ideali
Kiwaniani.
Anno sociale 1992/1993 - Cerimoniere e Segretario aggiunto,
partecipo quale delegato alla Convention di Noto.
Anno sociale 1993/1994 - Mi viene assegnato l’incarico di Segretario
del Club e partecipo alla Convention di Brescia quale delegato.
Anno sociale 1994/1995 - Cerimoniere e Segretario, ho rafforzato il
mio impegno sia nel Club che nella Divisione partecipando anche alla
Convention di Agrigento.
Anni sociali 1995/1996 - 1996/1997 - Ho continuato a svolgere la mia
attività in seno al Club e con gli stessi incarichi ho anche partecipato
ai Training di formazione ed alle Convention, come delegato.
Anno sociale 1997/1998 - Eletto Vice Presidente del Club, vengo
chiamato dal Luogotenente Governatore della IV Divisione, Guido
Scarcella, ad assumere la carica di Segretario divisionale, con il
compito di organizzare i training di formazione divisionale di Messina
e Taormina partecipando, inoltre, alla Convention di Acireale.
Anno sociale 1998/1999 - Presidente Eletto del Club di Taormina,
vengo chiamato dal Luogotenente Governatore della IV Divisione
Filippo Zurlo ad assumere la carica di K.I.A.R. divisionale,
contribuendo così al rafforzamento del numero dei Club e del numero
dei Soci.
Partecipo, inoltre, alla Convention di Perugia quale delegato del
Club.
Anno sociale 1999/2000 - Presidente del Club di Taormina, anno in
cui si sono svolte numerose attività significative e fra le più
importanti la realizzazione di un “Service per i disabili” che ha
permesso il loro agevole ingresso nella Chiesa Cattedrale, fino a quel
momento precluso da insormontabili barriere architettoniche.
Insignito del “Rubin Key” per aver portato nel Club 10 Soci.
L’intensa attività svolta ha dato sul territorio grande visibilità al
Kiwanis.
Ho, inoltre, rappresentato il Club alla Convention Distrettuale.
Anno sociale 2000/2001 - Imm. Past President partecipo agli Studi
Kiwaniani di Torino ed alla Convention di Catania.
Anni sociali 2001/2002 – 2002/2003, quale delegato del Club
partecipo alle Convention di Vibo Valentia e Stresa.
Anno sociale 2003/2004 - Vengo chiamato a ricoprire la carica di
Segretario del Club e quale delegato partecipo alla Convention di
Pescara.
Anno sociale 2004/2005 - Confermato a ricoprire la carica di
Segretario del Club, partecipo quale delegato alla Convention di
Catania.
Vengo nominato Luogotenente Governatore Eletto della IV
Divisione.
Anno sociale 2005/2006 - Componente Consiglio Direttivo del Club,
Luogotenente Governatore Eletto della IV Divisione e responsabile
della formazione, contribuisco alla costituzione di nuovi Club ed
all’incremento del numero dei Soci.
Anno sociale 2006/2007 - Assumo la carica di Luogotenente
Governatore della IV Divisione.
L’intensa attività svolta ci permette di raggiungere importanti
traguardi, aumentando il numero dei Soci e costituendo nuovi Club,
raggiungendo nella Divisione il numero di 15.
I “Service” e le attività svolte dai Club danno una grande visibilità al
Kiwanis in tutto il territorio della Divisione.
Nel corso del mio mandato è stata svolta una intensa attività nei Club.
La mia personale presenza e le numerose visite ufficiali, hanno
contribuito a creare un forte legame fra tutti i Kiwaniani della IV
Divisione.
Il progetto per il Service “ Una scuola per tutti” ha visto la IV
Divisione in testa alla raccolta di fondi.
Nel corso dello stesso anno ho ricoperto l’incarico di Chairman al
training distrettuale di Messina e responsabile della Cerimonia del
Passaggio delle Consegne fra i Governatori Ussia e Cuzari, avvenuto
a Messina.
Anno sociale 2007/2008 - Imm. Past Lgt. Governatore, mi viene
conferito dal Governatore Cuzari l’incarico di Cerimoniere
Distrettuale, relativamente al quale ho redatto e pubblicato il
“Cerimoniale del Distretto “, ancora oggi in vigore e consultabile
nel sito del Distretto Italia.
Nominato, inoltre, “Chiarman Distrettuale per l’attuazione del
programma” contribuisco a sostenere tutte le iniziative intraprese nel
Distretto.
Ho organizzato, in qualità di Chairman, la Convention Distrettuale
di Taormina, che per l’attività e la dedizione prestata da tutto lo
“Staff” organizzativo, ha dato, in termini di partecipazione e visibilità,
una grande immagine a tutto il Kiwanis.
Nello stesso anno mi viene richiesto dal Governatore Designato
Sergio Rossi di assumere il delicatissimo incarico di Segretario
Distrettuale nell’anno del Suo mandato.
Nel mese di febbraio, in relazione a tale incarico, partecipo ai corsi di
formazione per Segretari Distrettuali organizzati a Bruxelles dalla
Federazione Europea.
In giugno partecipo alla Convention Internazionale di Orlando in
Florida, dove prendo parte ai corsi di formazione.
Anno sociale 2008/2009 - Assunto l’incarico di Segretario
Distrettuale, mi sono adoperato a svolgere il mio ruolo con dedizione
e spirito di servizio, mettendomi a disposizione di tutti i Kiwaniani del
Distretto.
Mi viene, inoltre, dato incarico dal Governatore Rossi di Chairman
della Convention Distrettuale di Pisa, svoltasi nel mese di maggio a
Tirrenia.
Mi corre l’obbligo ringraziare il Luogotenente Governatore e tutti i
Club della Toscana ed particolar modo il Club di Pisa, per la forte e
costante collaborazione.
Ho partecipato, in qualità di Segretario Distrettuale e delegato, alla
Convention Europea di Ghent.
E’ stato un anno d’intenso lavoro, pieno di soddisfazioni che mi hanno
arricchito di nuove amicizie , rafforzando in me l’orgoglio di essere
Kiwaniano.
Anno sociale 2009/2010
Candidato, alla Convention di Verbania alla carica di
Governatore Eletto.

Carissimi amici.
E’ mio desiderio, nel corso dell’anno, incontrarmi con Voi per
confrontarmi, ascoltare, discutere e capire quali sono i desideri e le
aspettative e sentire qual è il Kiwanis ideale che vogliamo.
Solo dopo avrò la possibilità di preparare un programma che
sarà il Vostro programma di cui m’impegnerò ad essere fedele
esecutore.

Messina, 1 febbraio 2010


Ninni Giusa

 

Florio Marzocchini

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

Nato a Montespertoli in Provincia di Firenze il 01 -11-52 Residente a Campiglia M.ma prov. Livorno via Suveretana n. 31

Titoli di studio:     diploma di perito ind. meccanico

                            diploma di perito edile

                            master di specializzazione in edilizia e urbanistica

Sposato con Ombretta ho due figlie e quattro nipoti

                             ( tutte femmine )

Attualmente sono dipendente della soc. ArcelorMittal S.p.A. ( società leader che opera a livello mondiale nella siderurgia ) come corrispondente per la gestione immobiliare dei siti industriali per il gruppo in Italia della direzione generale del Real Estate Francia.

Ho anche uno studio tecnico di progettazione civile a Campiglia M.ma dove opero nella attività edilizia di nuove costruzioni, ristrutturazioni e quanto altro comporta l’attività di libero professionista.

A fronte delle mie attività lavorative riesco comunque ad impegnarmi nelle attività Kiwaniane.

Socio Kiwanis dal 1995 ho ricoperto la carica di Presidente del club  Piombino Riviera Etrusca, più volte Kiar divisionale, luogotenente governatore della seconda divisione ( oggi Toscana ), più volte Chairman divisionale, Chairman distrettuale.

Ho partecipato a Convention, studi kiwaniani, training.

L’anno passato, a Pisa,  ero candidato a  Governatore eletto; ricandidandomi vuol dire che non sono stato il preferito; ma per chi mi conosce sa bene che non “demordo” ;“ si perdono le battaglie, ma le guerre si vincono”

Ho elencato gli incarichi solamente per dovere; ma per me la “carica” più bella  l’ho ricevuta quando, alla vigilia di Natale, l’allora Presidente del Club Piombino Riviera Etrusca mi ha insignito come “socio” del club.

Grazie anticipatamente per la pazienza che mi dimostrerete

                                           Florio Marzocchini

 

Linee programmatiche

Premessa

Le mie linee programmatiche riprendono volutamente quelle preparate per la convention 2009 di Pisa, la mia idea non cambia , ritengo che queste siano le linee in larga massima da seguire con piccoli correttivi .

Obbiettivi generali:

rendere il Kiwanis più visibile nella comunità, vuol dire essere presenti presso le istituzioni, farsi promotori di iniziative che coinvolgano sia gli enti che le istituzioni politiche e religiose. Dare ai singoli club la libertà di muoversi all’interno della società con l’unica finalità rivolta verso l’infanzia.

Impegnarsi nel portare lo spirito kiwaniano nelle scuole organizzando service comuni.

Obbiettivi particolari:

aumentare il numeri dei soci non vuol dire crescere di numero senza che il socio abbia una visione del Kiwanis, noi non siamo un club affaristico, noi siamo una élite di persone che operano a favore dell’’infanzia. Quindi aumentare con oculatezza scegliendo persone che non siano meteore.

Costituzione di nuovi club:

quanto detto sopra vale anche per questo; una possibilità che  io vedo è  la creazione di nuovi club andando a “ gemmare” quelli esistenti. Nulla però vieta di continuare anche con i modi attuali.

Rimodulazione delle divisioni:

deve essere fatta con oculatezza senza stravolgere né le volontà dei club né le aggregazioni consolidate.

Gestione del distretto e classe dirigente:

per far crescere il Distretto occorre una significativa leadership ed un impegno che passi tra Governatori pro-tempore senza scossoni e con armonia, tutti i soci devono essere potenziali dirigenti, si deve cercare di coinvolgere il più possibile tutti per tutto, perché il distretto è formato dai soci che sono la massima carica dirigente.

Diminuire drasticamente le spese di gestione del Distretto, portare a conoscenza di tutti i soci i costi per la gestione ordinaria e i rimborsi per gli officer.

I service: libero ad ogni iniziativa dei club sempre però con finalità rivolte all’infanzia; i club nei loro service devono essere sovrani. Proseguimento nel service triennale iniziato con l’anno 2009-2010.

Chi siamo e dove andiamo: dipende da ognuno di noi e da tutti noi insieme, dobbiamo lavorare concretamente per la riuscita degli obiettivi che vogliamo raggiungere. E’ l’ora di finirla con personalismi dell’ultimo momento o con promesse non mantenute; insieme possiamo costruire un mondo migliore.

                                               Questa seconda, consecutiva  candidatura è dovuta alla volontà di portare qualcosa di diverso,  con una grande voglia di far crescere il Kiwanis per il Club Leader che è a livello mondiale e tale dovrà e ripeto dovrà essere anche per l’Italia; questo proposito sarà la mia battaglia che solamente insieme a voi tutti potrò vincere.

                                                                        Florio Marzocchini

 

Salvatore Sciacca

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

L’Ing. SALVATORE SCIACCA è nato a Messina il 22 Gennaio 1948. Risiede a Messina in Via Giacomo Macrì n° 6 ed ha studio professionale in Via E. Martines n° 11.
E’ sposato da 33 anni con Liana Cubeta ed ha tre figli:
Raffaele Ingegnere; Gaetano laureando in Scienza dell’Educazione e Virginia laureanda in Biologia marina.

Recapiti telefonici: ab. 090.6012181 – st. tel/fax 090.40829 – cell.   348.3842141.

E-mail: sciaccaing@studiotecnicosciacca.it

Laureato nel 1975 in Ingegneria Civile-Edile presso l’Università degli Studi di Palermo.
Libero professionista iscritto all'Ordine Professionale degli Ingegneri di Messina dal Gennaio 1976.

ATTIVITA’ PROFESSIONALE

Esplica la propria attività nel campo civile ed industriale con numerose progettazioni prevalentemente di opere pubbliche e di edilizia residenziale sia pubblica che privata, curando anche la direzione lavori e la calcolazione strutturale.

Inoltre:

Ø  Componente del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Messina negli anni 90/94;

Ø  Professore a contratto di Edilizia ed Impiantistica Ospedaliera presso l’Università degli Studi di Messina dall’A.A. 1995/96 all’A.A. 2005/2006;

Ø  socio dell’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica);

Ø  socio dell’INARCH (Istituto Nazionale di Architettura);

Ø  delegato degli Ingegneri della Provincia di Messina alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Ingegneri Liberi Professionisti per il periodo 2000/2005 e 2005/2010;

Ø  è stato componente di commissioni edilizie in diversi comuni della Provincia di Messina ed è in atto componente della Commissione Urbanistica del Comune di Messina;

Ø  è stato consulente per le opere pubbliche del Commissario Straordinario dell’Ente Parco Fluviale dell’Alcantara.

Ø  Consulente del Tribunale di Messina sia civile che penale.

CURRICULUM KIWANIANO

Ø  Socio del Kiwanis dal 1990;

Ø  Presidente del Club Tirreno nell’a.s. 92/93;

Ø  Kiar della IV Divisione negli a.s. 94/95 e 95/96;

Ø  come Kiar Divisionale ha promosso la formazione del Club di Capo D’Orlando nel 1995;

Ø  trasferito per motivi di lavoro al Club di Milazzo ne è stato Segretario nell’a.s. 98/99;

Ø  trasferito a Messina alla formazione del Club Messina Nuovo Ionio ne è stato Presidente nell’a.s. 2002/2003;

Ø  Kiar della IV Divisione nell’a.s. 2005/2006, ha promosso la formazione dei clubs Patti – Montagnareale e S. Stefano – Mistretta;

Ø  nell’a.s. 2006/2007 come Kiar Distrettuale per il Sud Italia, oltre che Kiar della IV Divisione, ha promosso la formazione del Club Reghion 2007 Reggio Calabria;

Ø  nell’a.s. 2007/2008 Lgt. Governatore della XIV Divisione e, come incaricato dal Governatore, ha promosso la formazione dei Clubs di Salerno, Bari, Magna Grecia, Foggia, Il Satiro Mazara del Vallo; ha collaborato alla formazione dei Clubs Genova Columbus e Terni.

Ø  Nell’a.s. 2008/2009 ha ricoperto il ruolo di Responsabile dello sviluppo per il Distretto Italia – San Marino e di Coordinatore dell’area Sud del Distretto; ha promosso la formazione del Club Tauromenion – Valle Alkantara.

Ø  Nell’a.s. 2008/2009, in qualità di Responsabile dello sviluppo del Distretto, ha partecipato a due incontri a Bruxelles presso la Federazione Europea del Comitato per lo sviluppo ed il mantenimento.

Ha partecipato, come delegato, a numerose Convention nazionali ed alla convention europea di Salsomaggiore del Giugno 2001.

Ha partecipato a numerosi incontri di “Studi kiwaniani”e di training formativi, anche in qualità di Trainer.

Nella vita svolge varie attività di volontariato ed è inoltre impegnato in qualità di operatore pastorale nella propria parrocchia.

Linee programmatiche

La mia visione di Kiwanis è quella di una grande associazione di persone che si mobilita non solo per stringere amicizie ma anche, e soprattutto, per contribuire a cambiare la qualità della vita, puntando al bene comune nell’interesse della umanità.

In termini operativi ritengo che il Kiwanis si debba sviluppare coinvolgendo più soggetti possibili, rivitalizzando l’azione dei club, delle Divisioni e del Distretto, apportando quelle innovazioni che rendano il Distretto più snello, più operativo, più visibile.

La nostra missione: I Bambini, è il primo degli obiettivi su cui puntare.

Servire i bambini non può essere un motto che si esibisce, ma la ragione principale dell’esistenza stessa dei club e dobbiamo far sì che i club, le divisioni ed i soci si impegnino attivamente sul fronte dei diritti, delle libertà e della crescita dei bambini prendendo pure spunto dai fatti che accadono nel quotidiano – nel nostro Distretto e nel mondo – responsabilizzando l’opinione pubblica ad essere protagonista della vita e del futuro dei bambini.

Secondo degli obiettivi da realizzare è lo sviluppo, lo scrivente ha costituito ben nove club in tutta Italia, ed ha collaborato alla fondazione di altri cinque.

Lo sviluppo si deve concretizzare non solo cercando nuove adesioni e formando nuovi club, ma ponendo particolare attenzione al mantenimento dei soci, evitando che essi possano andare via dal Kiwanis. 

Terzo obiettivo è la visibilità nel territorio che si concretizza non solo riportando nella stampa e nelle televisioni le iniziative dei club e delle Divisioni, ma soprattutto individuando manifestazioni e tematiche che coinvolgano pure la comunità locale e le istituzioni.

Quarto obiettivo è il ruolo del Distretto che deve ridiventare il punto di riferimento con funzioni fondamentalmente manageriali.

Nessun club deve isolarsi. Nessuna Divisione deve agire diversamente dal Distretto. Sono convinto che esaltando il compito dei club delle Divisioni, delegando compiti in atto gestiti dal Distretto, decentrando funzioni e responsabilità si può innescare un processo virtuoso. Tale processo, riuscendo a dare maggiore visibilità nel territorio, può portare nuovi stimoli ai soci e agli officers e una maggiore attenzione dell’opinione pubblica nei confronti del Kiwanis.

Fondamentale diventa un’informazione precisa e puntuale da parte del Distretto di tutto quello che, programmato a livello distrettuale, si va realizzando; così come indispensabile è l’informazione di ciò che si discute e decide a livello europeo ed internazionale.

  Il Governatore rappresenta l’unità del Distretto. Da leader deve agire secondo un programma, guidando i club e le divisioni a sviluppare ed agire in simbiosi comune, a raggiungere gli obiettivi indicati dal programma approvato dalla Convention.

Il Governatore deve riuscire ad imprimere orgoglio ed entusiasmo. Gli uomini della <squadra> responsabilmente dovranno contribuire a rivitalizzare l’impegno in tutti i territori. Tutti, a qualsiasi livello, dovranno fare in modo che la gestione del Distretto sia dinamica, moderna ed efficiente.

Quinto ed ultimo obiettivo il service distrettuale che deve essere inteso come elemento di coagulo, di emozione e di fierezza delle divisioni, dei club e di tutti i soci, ridiventando un momento aggregante nel quale tutti possano riconoscersi.

Viva il Kiwanis.

Salvatore Sciacca

 

Roberto Garzulli

 

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

Coniugato con Eleonora, docente di Lettere e Latino nelle scuole superiori

Padre di tre figli: la più grande, Serena (1990), è stata presidente fondatrice del Kiwanis Junior di Vibo Valentia nel 2006-2008 (a 16 anni), nell’a.s. 2008-2009 è stata luogotenente della Divisione D,e nell’a.s. 2009-2010 è nelDirettivo del Distretto Italia del KJ come addetto stampa distrettuale.

Laureato in Economia e Commercio (UNIME - 1986) e in Management &Controllo (UNIPI -2007). PhD in Economia Aziendale (UNICAL). Master inAuditing e Controllo di Gestione (UNIPI)

Dottore Commercialista e Revisore Contabile.

Già nel Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabilidi Vibo Valentia per due mandati, è attualmente componente della Commissione nazionale dell’ODCEC per le “Nuove Teconologie- I.T.”.

Esperto nel settore del Non profit, è da oltre 15 anni consulente dell’Azione Cattolica Italiana.

Direttore di una Fondazione che si occupa di ragazzi disabili (con un Centro di Riabilitazione a Vibo Valentia) e anziane sole (con case di riposo a Tropea e Roma);

Collabora con l’Università di Cosenza e Pisa nei dipartimenti di Economia Aziendale.

Autore di alcune pubblicazioni professionali con la CEDAM e per l’Università di Pisa.

Presidente, dal marzo 2009, del Centro Servizi del Volontariato della
provincia di Vibo Valentia (ente previsto dalla L. 266/91) che offre
gratuitamente servizi e consulenze, oltre che promozione e progettazione a tutte le odv presenti sul territorio. Nel 2009 ha operato per oltre 300 associazioni di volontariato ed ha avuto numerosi riconoscimenti da parte delle Autorità provinciali e regionali.


CURRICULUM KIWANIANO

Socio fondatore del Club di Vibo Valentia, a 29 anni

Segretario del club dal 1. anno di vita del club e poi per altre 7 volte,
divenendo tesoriere, adviser, e, da oltre 10 anni, è cerimoniere del Club.

Nei 19 anni della vita del club ha sempre ricoperto incarichi nel direttivo del club.

Presidente del club nel 1996-1997 (a 34 anni)

Ha seguito corsi per trainer distrettuali a Gantt nel 1998 e nel 2000

Partecipante al corso europeo per kiar svoltosi a Gantt nel 1999

Trainer distrettuale nel 1999-2000 e 2000-2001 e trainer divisionale dal
2001.

Luogotenente distinto della III Divisione nel 2001-2002 (Governatore
Francesco Mignolo).

Chairman delle Giornate di Studi Kiwaniani che si sono svolti a Vibo Valentia nel 1998, con la partecipazione di oltre 300 persone.

Chairman della Convention che si è svolta a Vibo valentia nel 2002 con la
presenza di oltre 500 persone.

Ha partecipato a 12 Convention del Kiwanis e a 3 Convention del Kiwanis
Junior.

Adviser distrettuale nell’anno 2008-2009 e 2009-2010

 

Marco Orefice


 

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

Nato a Bergamo il 19.4.1947, da Ezio – professore di lettere al Liceo Classico locale, e da Lucia Tomassi Galanti – maestra d’asilo.-
Maturità classica.-
Laurea in Giurisprudenza presso Università Statale di Milano nell’anno 1972.-
Servizio militare assolto negli anni 1973 – 1974.
Esame di Procuratore Legale nel 1974.
Avvocato dal 1979.
Avvocato cassazionista in Bergamo dal 1985.
Hobbies: musica, viaggi, lettura, storia.
Sport: ciclismo, calcio, nuoto, motociclismo.
Coniugato con Cecilia (prof.ssa di matematica e scienze)
Una figlia Nicole (1981), laurea in scienze di regia e montaggio cinema/TV, attualmente segretaria di produzione INDEXRENT/BETTING CHANNEL/SKY.-

CURRICULUM KIWANIANO

 Incarichi di Club
 

Anno sociale 1991/92 – Il 3 settembre 1992 ammissione a Socio del ricostituendo

Kiwanis Club Bergamo con l'incarico di Segretario.

Anno sociale 1992/93 – Rinnovato l'incarico di Segretario del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 1993/94 – Rinnovato l'incarico di Segretario del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 1994/95 - Rinnovato l'incarico di Segretario del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 1995/96 - Rinnovato l'incarico di Segretario del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 1996/97 –Nomina alla carica di Presidente Eletto del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 1997/98 – Eletto alla carica di Presidente del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 1998/99 – Ricopre la carica di Imm. Past Presidente del Kiwanis Club Bergamo.

Anno sociale 2002/03 – Componente del Comitato Direttivo del Kiwanis Club Bergamo

 nella qualità di Consigliere.

Anno sociale 2007/08 – Trasferimento dal Kiwanis Club Bergamo al Kiwanis Club Del Sebino.

Anno sociale 2007/08 – Componente del Consiglio Direttivo del Kiwanis Club Del Sebino

nella qualità di Consigliere e con l'incarico di Cerimoniere del Club.
 

Iniziative personali

– 1) Sostegno e promozione Service pro A.R.M.R. (Ricerca Malattie Rare)

 2) Promotore unitamente ad altri Soci Kiwaniani del “KIWA…inmoto”   (associazione fra Kiwaniani e motociclisti).

 

 Incarichi Divisionali
 

Anno sociale 2002/03 – Nominato Lt Governatore Eletto della 1^ Divisione (oggi Lombardia2)

Anno sociale 2003/04 - Eletto Lt Governatore  della 1^ Divisione (oggi Lombardia2)

Anno sociale 2006/07 – Nominato Chairman del Service della 1^ Divisione (oggi Lombardia2)

Anno sociale 2007/08 – Riconfermato nell'incarico di Chairman del Service della 1^ Divisione   (oggi Lombardia 2)

 

 Incarichi Distrettuali
 

Anno sociale 2008/09 – Nominato Chairman della Formazione Distrettuale.

Anno sociale 2009/10 – Riconfermato Chairman della Formazione Distrettuale.

 

Partecipazione a Training ed a Giornate di Studi Kiwaniani
 

Anno sociale 1996/97 – Training per Presidenti Eletti a Varallo Sesia.

Anno sociale 1997/98 – Seminario di Studi Kiwaniani a Bergamo il 23 maggio 1998

Anno sociale 2000/01 – Conferenza interdivisionale a Bergamo il 27 Gennaio 2001

Anno sociale 2002/03 – Training “Leadership Development Program” a Verona.

Anno sociale 2003/04 -  Studi Kiwaniani a Follonica il 26 marzo 2004

Anno sociale 2006/07 – Partecipazione  al “Kiwanis University” a Friburgo  il 4/11/06.

Anno sociale 2007/08 – Trainer alla Scuola di Formazione Distrettuale di Villa Carini (PA)

Anno sociale 2007/08 – Training per Trainers Europei a Gent (Belgio).

Anno sociale 2007/08 - “ La donna del Kiwanis a servizio della comunità e dei bambini”

 Brescia 29 marzo 2008.

 

Riconoscimenti
 

Anno sociale 2002/03 – Encomio per impegno e disponibilità dal Lt Governatore della 1^ Divisione (oggi Lombardia2)

Anno sociale 2003/04 – Riconoscimento della “Fede Kiwaniana” (A family united in Servicedal presidente Internazionale R. Moore.

Anno sociale 2004/05 – Riconosciuto “Lt Governatore Distinto” il 21/07/2005.

Anno sociale 2007/08 – Riconoscimento di benemerenza - “Una vita per il Kiwanis”.

Anno sociale 2007/08 – Riconoscimento per “l'impegno profuso” dal Lt Governatore della  1^ Divisione (oggi Lombardia2) Eugenio Galli.

Anno sociale 2007/08 – Riconoscimento per il lavoro svolto nel Club dal Comitato Direttivo del Kiwanis Club Del Sebino.

Anno sociale 2008/2009 Riconoscimento di Distinto come Chairperson alla Formazione

 

 Partecipazione alle Convention Distrettuali
 

Anno sociale 1996/97 – XX Convention Distretto Italia  – Acireale dal 14 al 17 maggio 1998

Anno sociale 2002/03 – XXVI Convention Distretto Italia a Stresa dal 23 al 25 maggio 2003

Anno sociale 2003/04 –  Convention Straordinaria Distretto Italia a Follonica. - 27/03/2004

Anno sociale 2003/04 -  XXVII Convention Distretto Italia a Pescara dal 9 al 11 settembre 2004

Anno sociale 2004/05 – XXVIII Convention Distretto Italia a Catania dal 8 al 11 settembre 2005

Anno sociale 2005/06 – XXIX Convention Distretto Italia a Roma dal 8 al 9 giugno 2006

Anno sociale 2007/08 – XXXI Convention Distretto Itala a Taormina-Giardini Naxos dal 23 al 24   maggio 2008

Anno sociale 2008/09 – XXXIII Convention Distretto Italia San Marino a Pisa da 22 al 24  maggio 2009

 

Partecipazione alle Convention Europee

 

Anno sociale 2003/04 – XXXVII Convention KIEF a Colonia dal 28 al 29 maggio 2004

Anno sociale 2005/06 – XXXIX  Convention KIEF a Roma dal 9 al 10 giugno 2006

Anno sociale 2009/10  - XXXXIII Convention Europea a Taormina dal 4 al 5 giugno 2010

 

VISIONE DEL KIWANIS

OBIETTIVI GENERALI

Il fondamento della ricchezza del Kiwanis è costituito dalle persone, dal capitale
Umano, dalle conoscenze, dalle capacità e dalle motivazioni.-
Nei prossimi anni la principale risorsa con cui consolidare le posizioni raggiunte, non sarà solo la nuova tecnologia ma la qualità dell’impegno, la dedizione, la competenza, l’energia, la creatività degli iscritti e la partecipazione adesiva e continuata.-
Bisogna, quindi, definire un processo di crescita individuale (un aspetto non trascurabile è la formazione di nuovi soci) con un aumento delle capacità e dei compiti dei ruoli ricoperti e liberare la creatività e l’innovazione dei singoli Soci nel segno della positività e dell’ottimismo.-
Si tratta di un processo attraverso il quale le persone arricchiscono le loro competenze al fine di essere in grado di coprire al meglio i ruoli e le mansioni affidati, e dando importanza e significato all’attività svolta in ambito associativo gratificando e coinvolgendo.-
Questo è, pertanto, un cambiamento che tocca tutto quello che riguarda un gruppo, dal modo in cui le persone considerano l’organizzazione fino al modo di lavorare insieme.-
Non vi è, quindi, nessuna intenzione di dare “nuove istruzioni”, ma l’intento di poter toccare almeno tre livelli caratteristici:
• La Mentalità: le persone assumono ed accettano la responsabilità di gestire il proprio ruolo e di verificarne l’andamento. In questo modo si accettano le sfide, si corrono i rischi, si alimentano i valori, le speranze ed i sogni.
• Le Relazioni: le relazioni all’interno del gruppo diventano fondamentali, le persone sono attente al processo di collaborazione ed al suo risultato, facendo attenzione anche alla comunicazione e al dare e ricevere risposte.
• La Struttura organizzativa: deve porre l’attenzione all’interno ed all’esterno di se stessa. All’interno, al capitale umano, ai riconoscimenti, ai valori condivisi, alla flessibilità dei ruoli ed all’arricchimento delle capacità e competenze delle persone; all’esterno, l’organizzazione concentra l’attenzione sul territorio, sulla strategia di impegno continuo, sull’ascolto dei problemi della comunità in cui lavora, sulla visibilità dell’azione svolta nel risolvere diverse situazioni umanitarie, sulla comunicazione ed informazione.-
Questo nuovo modo di approccio influisce molto sul ruolo dell’Officer il quale è impegnato a favorire la costruzione di un gruppo disponibile ad impegnarsi e ad apprendere. L’Officer deve cambiare atteggiamento nella consapevolezza del ruolo, deve convincersi che il vero vantaggio competitivo del Kiwanis oggi, è rappresentato dai Soci; i soci sono tutti uguali, quello che fa la differenza è il modo di considerarli.-
E’ importante non solo gestire le risorse umane, bisogna saper accompagnare, sviluppare, procedere insieme,crescere.-
Il progetto che intendo proporre non è un regolamento di gestione, un insieme di principi teorici, ma un processo laborioso che richiede molto impegno ed una sperimentazione continua nel tempo; è un modello che in molti casi si scontra con comportamenti ed abitudini organizzative consolidati nel tempo ma, come diceva Mark Twain “ le abitudini sono solo abitudini e nessuno può disfarsene buttandole dalla finestra, bisogna invece accompagnarle giù dalle scale un gradino alla volta”.-

PRIMO OBIETTIVO: Serving the children of the world

I bambini nascono con i diritti e le libertà propri a tutti gli esseri umani.
Il Kiwanis è al lavoro per far si’ che due miliardi di bambini nel mondo possano godere del diritto alla vita, alla salute ed all’istruzione; ad un ambiente familiare protettivo, al gioco ed alla vita culturale; alla tutela di ogni forma di sfruttamento e di abuso; ad essere ascoltato e a far valere la propria voce su temi loro propri.-
L’azione del Kiwanis è necessaria perché nella maggior parte delle società non esistono strutture sociali specifiche per la tutela dei diritti dei bambini e per il Kiwanis l’armonica crescita dei bambini è un fattore di eccezionale valore per il futuro di ogni società.-
Per tutto questo il Kiwanis Distretto Italia-San Marino è formalmente impegnato a difendere il diritto dei bambini alla salute ed al benessere, all’istruzione, al tempo libero, ad una protezione speciale da trattamenti crudeli, torture o pene, a non essere privato della sua libertà.-
Questa azione deve essere coordinata con quella delle Autorità locali e con riferimento alle esigenze del territorio.-


IL SERVICE DISTRETTUALE

E’ un dovere per il Distretto e per tutti i Club realizzare un Service che abbia risonanza nella comunità e che produca riconoscimento e riconoscenza verso il Kiwanis pur nell’indirizzo costante di un beneficio verso i più deboli, i meno fortunati in primis i bambini. Lavorando nella comunità e con la comunità in favore, in ultima analisi, dei fanciulli saremo altresì conosciuti e potremo sperare nell’adesione alla nostra idea di nuovi soci attivi.-
In questo senso è necessaria la continuità del Service Distrettuale almeno a livello triennale come quello attualmente in essere (pro terremotati Abruzzo) che si attiene alla volontà e alle decisioni in tal senso assunte dall’assemblea dei delegati che esprime la volontà della base.-
Credo di essere nel vero, se dico che il Service più sincero e più sentito possa essere quello verso i Soci del Distretto; Soci dei quali è opportuno ascoltare le aspettative, focalizzare le richieste; dopodiché, e sviluppare un piano di attuazione delle stesse.-

SVILUPPO

Vi sono diversi modi di crescere. Possiamo far crescere i Club esistenti, possiamo creare nuovi Club, possiamo coinvolgere nuovi gruppi di persone che non sono ancora Soci, possiamo proporci nelle regioni italiane che non hanno Club (utilizzando anche i Club satelliti).-
Nel nostro Distretto la percentuale di donne Soci è molto bassa: Questa non è una buona cosa: incentiviamo la partecipazione femminile a tutti i livelli.-
Altro argomento è la creazione di Club del Kiwanis Junior e formare anche Club di giovanissimi (Key Club, Circle Club, ecc). Credo, altresì, che non si facciano gli sforzi necessari per impedire che non si chiudano i Club. In passato ciò è avvenuto per diversi Club perché nessuno si è interessato a sufficienza. Spesso i piccoli Club non hanno le risorse per crescere: la Divisione di appartenenza dovrebbe aiutarli a ricrescere oppure gli altri Club della Divisione o qualche Officer del Distretto.-

LE PUBBLICHE RELAZIONI

L’Addetto Stampa è una figura che esiste in tutti i Club e anche nel Distretto.- Certamente l’azione va considerata sia all’interno (l’informazione e la comunicazione trasparente verso le Divisioni, i Club, i Soci) sia verso l’esterno (enti pubblici, associazioni, altri Club Service).-
Ritengo necessario sviluppare e implementare il lavoro che si sta sviluppando nella costruzione di un Data Base da gestire tramite computer da parte di tutti i Club; è comunque necessario pubblicare sempre il Directory cartaceo che, con tutte le considerazioni, è necessario distribuire ai Soci entro la fine del mese di Novembre.-

FORMAZIONE

L’incontro formativo (training) purtroppo poco diffuso, è probabilmente considerato il tipo di riunione più noiosa ed inutile; spesso disinteresse ed indifferenza per gli argomenti trattati sono cause di rinuncia o, tuttalpiù, di un tiepido interesse dei partecipanti.-
Numerosi sono gli ostacoli che impediscono il raggiungimento degli obiettivi; possono essere problemi interpersonali, conflitti riguardanti l’organizzazione, demotivazione fra i Soci convocati o una cattiva preparazione e gestione del relatore.-
Dopo due anni con l’incarico di Chairman della Formazione, posso affermare che questa è una cosa troppo seria per lasciarla in balia di Soci superficiali e relatori impreparati. Le sessioni di formazione di questi due ultimi anni hanno messo in luce l’esistenza di possibili aree di miglioramento dei compiti e degli obiettivi.-
Credo che per quanto riguarda la “cultura educativa” dei Soci bisogna definire programmi specifici per ogni tipo di destinatario, i materiali didattici, nonché l’individuazione e la preparazione dei docenti.-
Illustro brevemente l’idea che ho in mente: istituire una “struttura operativa” con incarico triennale che provveda alla preparazione dei “relatori”, costruisca le “linee guida” comuni, produca la documentazione didattica da distribuire a docenti e discenti. La “struttura” potrebbe essere composta da cinque Soci, che scelgono tra loro un “capo progetto” con i compiti di coordinamento e di collegamento con il Governatore del Distretto: alla “struttura” deve essere assegnato un congruo budget per la copertura delle spese di trasferta e dei materiali di lavoro.-

 

 

 

Cerca nel sito con Google

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE FONDATA NEL 1915 A SERVIZIO DELLA COMUNITÀ E DEI BAMBINI

Sito Web curato da Rosalba Fiduccia  webmaster@kiwanis.it